Cerca comune

Sant'Angelo di Brolo

Vota il comune

Giudizio: 4.6 su 5 (91 voti ricevuti).

Comune di Sant'Angelo di Brolo

Come arrivare a Sant'Angelo di Brolo
In auto
Autostrada A20, svincolo di Patti o Brolo/Capo d'Orlando est. S.S.113 Messina Palermo, Km 90 per chi arriva da Messina. Per chi proviene da Palermo 9 Km da Gliaca di Piraino.

In Pullman
Da Messina, partenze plurigiornaliere.

In Treno
Stazione FF.SS. di Gioiosa Marea, Patti, Brolo , Capo d'Orlando O Sant'Agata Militello.

In Aereo
Aeroporti di Catania, Reggio Calabria o Palermo (coincidenze con servizi pubblici).

Parcheggiando l'auto in Piazza San Salvatore, dal nome dell'omonima chiesa lì ubicata, proprio all'ingresso del paese, ci si avvia per la via Umberto I.
Quì, sulla sinistra, si staglia il primo dei luoghi di culto, che caratterizzano il centro del paese.


Chiese, monumenti e musei

La chiesa del SS. Salvatore - del XVII sec - è stata tra le più importanti del centro, infatti, con le chiese dei Santi Filippo e Giacomo, di San Nicolò e di S. Maria aveva il potere e la dignità di Matrice.
Oggi il tempio del SS. Salvatore, recuperato e riaperto al culto dopo circa ottanta anni, è sede del Museo diocesano di Arte Sacra, costituito da preziosi pezzi in argento, paramenti e arredi sacri, provenienti dal convento basiliano e dalle altre chiese conventuali del paese.

Dopo il Museo di Arte Sacra, proseguendo tra i ritrovi storici del paese, degustando granite e i classici «buccunetti» e «nzuddi», si arriva in piazza S. Maria, così denominata perchè qui è stata costruita la chiesa di S. Maria, che lo storico Vito Amico definisce, anche per la sua austera bellezza, «la prima e la più antica, bella di magnificenza non volgare e di elegante fabbrica».
La pianta della chiesa a croce latina, a tre navate, fu ricostruita nel 1534. All'interno, nell'ultimo archivolto laterale sinistro, vicino al transetto, c'è un'epigrafe "O MATER DEI MEMENTO MEI", proveniente da una chiesa più antica, danneggiata dal sisma del 1450.

Dietro la chiesa, a ovest, troviamo il sottopassaggio detto «U Cappelluni» - XVI sec - ricavato mediante un arco a sesto acuto del 1755, come riportato dall'incisione nella chiave della sua volta. All'interno della chiesa si possono ammirare il magnifico organo del 1700 di Annibale Lo Bianco, dei paliotti del XVII- XVIII sec. ricamati a mano su seta con fili d'oro e d'argento, e numerose opere d'arte, tra cui la statua lignea del patrono "San Michele Arcangelo", la cui festività ricorre il 29 settembre.

Varcando «U cappelluni» si percorre la via Piave, dove sulla destra è sito l'ex carcere borbonico e da dove non si può fare a meno di volgere lo sguardo verso l'alto su uno scorcio suggestivo del prospetto principale della chiesa del SS. Salvatore.
Sulla via Garibaldi, sulla quale si affaccia con un imponente prospetto, la bellissima chiesa dei Santi Filippo e Giacomo - XVII sec -. Anche questa è a croce latina, a tre navate, con la splendida facciata di stile barocco che ripropone figure di animali e grandi cornicioni.
Sulla destra si erge la torre campanaria eretta nel 1650. La chiesa era in passato nota anche per la tradizionale cerimonia, con gli antichi riti del battesimo greco con la benedizione dei lauri, celebrata tutt'oggi a Sant'Angelo.

Caratterizzata dal monumento ai Caduti della Grande Guerra, sulla piazza alberata si affacciano alcune case gentilizie con portali scolpiti in pietra arenaria. Da qui una scalinata in pietra porta all'ex Convento delle Clarisse e all'ex chiesa di S.Chiara, - XVII sec - oggi Teatro Comunale. All'interno del sito si può ammirare un prezioso soffitto a cassettoni in legno scolpito.


Feste e Sagre

- Sagra Regionale del salame e dei prodotti tipici
- Festa del SS.mo Crocifisso : 3 maggio
- Festa del Patrono, S.Michele Arcangelo: 29 settembre

Commenti degli utenti su Sant'Angelo di Brolo Inserisci nuovo commento su Sant'Angelo di Brolo
Aggiungi un commento
Segnala un testo per il comune di Sant'Angelo di Brolo
Segnala una foto per il comune di Sant'Angelo di Brolo
Inserisci il tuo sito su Sant'Angelo di Brolo